Vitamina C naturale

Cos’è, a cosa serve e dove trovare la vitamina c naturale

Conosciuta e studiata sin dal 1030 quando è stata scoperta dal medico ungherese Albert Szent-Gyorgyi, che cercava una cura per lo scorbuto, la vitamina C è chiamata anche la regina delle vitamine, questo grazie alle sue proprietà antiossidanti e per l’alta protezione che offre contro l’attacco dei radicali liberi.

Conosciuta anche con il nome di “acido ascorbico” proprio perché è stata utilizzata per curare lo scorbuto, questa vitamina idrosolubile è un ottimo alleato della salute e oggi viene prodotta anche per via sintetica, ma ci sono tanti alimenti e integratori che contengono la vitamina C naturale.


Alimenti che contengono la vitamina C naturale

Essenziale per numerosi funzioni dell’organismo, come la sua partecipazione alla formazione del collagene, nella produzione di ormoni surrenalici, per aumentare le difese immunitarie oppure per la salute della pelle, la vitamina C naturale si può trovare soprattutto in frutta e verdura, soprattutto in: kiwi, agrumi, peperoni, papaia, broccoli, fragole, more, spinaci, cavoli, peperoncino e prezzemolo.

Essendo una vitamina idrosolubile, è consigliabile consumare questi alimenti crudi oppure scottati o in pochissima acqua, inoltre le spremute ed i centrifugati si devono consumare immediatamente dopo averle preparate, onde evitare che la vitamina si disperda.

Integratori naturali di vitamina C

Se gli alimenti consumati non riescono ad offrire al corpo la vitamina C necessaria per coprire il fabbisogno giornaliero, nelle erboristerie si possono acquistare dei validi integratori che contengono la vitamina C naturale.

Tra gli estratti più famosi c’è quello di Acerola, pianta arbustiva originaria del Sudamerica che produce un frutto ovale ricco di vitamina C.

Integratore a base di Acerola

Un’altra pianta ricca di vitamina C è la CamuCamu, anch’essa originaria del Sudamerica e che cresce prevalentemente nella foresta pluviale brasiliana. Le sue bacche sono ricchissime di vitamina C naturale che viene estratta ed utilizzata per creare integratori.

In capsule, sotto forma di tisane o in altre forme, nelle erboristerie si possono trovare vari integratori che contengono la vitamina C naturale.

Integratore CamuCamu

Secondo l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), il fabbisogno giornaliero di vitamina C varia in base all’età ed al sesso:

Bambini 1-3 anni: 20 mg/giorno

Ragazzi 15-17 anni: 100 mg/giorno per i maschi e 80 mg/giorno per le femmine

Donne: 80 mg/giorno

Uomini: 90 mg/giorno

Donne in gravidanza: 10 mg/giorno

Donne in allattamento: 60 mg/giorno

Considerando che un kiwi contiene circa 60 mg di vitamina C, mentre un’arancia di dimensione media contiene circa 90 mg di vitamina C il fabbisogno giornaliero è ricopribile facilmente già con una spremuta oppure consumando la frutta fresca.

In condizioni normali può bastare consumare frutta e verdura, ma ci sono casi in cui per raggiungere il fabbisogno giornaliero si deve ricorrere ad un integratore a base di vitamina C naturale: in gravidanza e durante l’allattamento al seno, in periodi di forte stress, quando si è convalescenti, in caso in cui si stia combattendo un’infezione, se si vive in un ambiente inquinato o se si hanno contatti con sostanze potenzialmente tossiche, ecc.